logo-youtube  Facebook

Array
Home Page

Vittoria per i cremisi nel derby con la Maceratese

curvaTOLENTINO- Il Tolentino batte la Maceratese e torna al successo al “Della Vittoria” dopo tre turni di astinenza. L’undici crèmisi, solido e determinato, porta a casa punti fondamentali per il proseguo della stagione e riduce il gap dalla vetta. I biancorossi, poco incisivi, pagano il maggior agonismo messo in campo dai padroni di casa e, pur rimanendo in testa, vedono avvicinarsi le seconde in classifica a soli due punti. Nonostante l’inferiorità numerica (espulso Ortolani), i tolentinati sono riusciti ad arginare gli attacchi della Maceratese, apparsa poco concreta e non brillante come in altre occasioni. Di fronte ad una stupenda cornice di pubblico – circa 2000 gli spettatori, con oltre seicento tifosi biancorossi – è andato in scena un derby dai ritmi elevati nel primo tempo, poco spettacolare ma molto intenso nella ripresa. I crèmisi partono meglio, pressando alto gli avversari, e ripartendo velocemente in contropiede. Dopo un’incursione di Melchiorri, stoppata con le cattive da Arcolai, arriva il gol che decide l’incontro. La rete porta la firma di Iommi al 14esimo, abile a mettere in rete una respinta di Carfagna su conclusione di Iacoponi. La Maceratese si riorganizza ma la trama offensiva, fatta eccezione per un gol annullato per fuorigioco a Giandomenico, è poco produttiva e la difesa tolentinate non fatica troppo a contenere Cacciatore e compagni. Il primo tempo va in archivio con un’altra occasione per Melchiorri, che spara alto dopo un’azione personale, e la ripresa si apre con l’ariete tolentinate ancora protagonista. L’attaccante, dopo una splendida accelerazione, fulmina in velocità i due centrali ospiti, ma conclude alto. L’episodio che potrebbe cambiare la partita arriva al quarto della ripresa, quando Ortolani viene espulso per gioco falloso tra l’incredulità generale. Gli ospiti provano a concretizzare la superiorità numerica, ma allargano troppo il gioco, mancando di concretezza al momento di far male. Le uniche occasioni prodotte dai biancorossi portano la firma di Cacciatore, che in due circostanze impensierisce Loris Cantarini. Nella prima il tiro da fuori dell’attaccante trova pronto l’estremo locale, nella seconda il tentativo in acrobazia non trova la porta di poco. Nel finale la Maceratese prova il forcing, più con il cuore che con il gioco, ma il reparto difensivo tolentinate non soffre più di troppo per portare a casa i tre punti.

Leggi tutto...

 

Tolentino-Maceratese, parola ai mister

derby-allenatori-300x225QUI TOLENTINO:

Mister Mobili, cosa ne pensa della Maceratese?
“La classifica dice tutto sulla Maceratese, è la prima della classe, è una squadra costruita per vincere. E’ forte, ha perso finora una sola partita e tutto questo la dice lunga sulla forza di questa squadra”.

Cosa ne pensa di mister Di Fabio?
“E’ sicuramente un tecnico preparato e se la sua squadra è in testa alla classifica significa che c’è anche la sua mano”.

Cosa teme della Maceratese?
“E’ una squadra forte, composta da un organico di prim’ordine che non molla mai. Ha giocatori di categoria che sanno sempre interpretare la partita nel migliore dei modi. E’ una squadra che concede poco e soprattutto sà sfruttare al meglio gli errori degli avversari. Nella Maceratese non cè un singolo giocatore da temere, ma tutta la squadra”.

Mister, chi vincerà il debry?
“Sicuramente il Tolentino”.

QUI MACERATA:

Mister Di Fabio, cosa pensa del Tolentino?
“Loro sono una squadra forte, secondo me hanno raccolto meno punti rispetto al valore che hanno come gruppo. Hanno tutte le potenzialità per recuperare posizioni, per cui dovremo essere attentissimi”.

Qual è il suo giudizio sull’allenatore dei cremisi, Roberto Mobili?
“Mobili non lo conosco personalmente, ma da quel che ho sentito e da quel che vedo penso che sia bravo e preparato, uno che sa il fatto suo. Sicuramente si tratta di una persona valida”

Chi teme di più tra i giocatori avversari?
“Tutto il gruppo è di grande qualità, se devo scegliere dei nomi direi che indubbiamente Melchiorri è molto pericoloso, ma anche Iacoponi è importante nei loro schemi”.

Un pronostico sul risultato finale?
“Non saprei, non me la sento di azzardare previsioni. Posso assicurare che i miei ragazzi daranno tutto, in settimana si sono allenati con intensità anche maggiore rispetto al solito perché sentono l’importanza di questa partita. Li ho visti molto bene, carichi al punto giusto, vogliamo onorare i nostri tifosi che anche stavolta risponderanno in tantissimi per venirci a sostenere”.

(Fonte: Cronache Maceratesi, Paolo Del Bello e Filippo Ciccarelli

 

Ciao Alberto

luttoCi ha lasciato un amico, un grande amico e una gran bella persona.

Siamo vicini alla famiglia in questo triste momento.

 Sentite condoglianze da parte di tutta la Società. Ciao ALBERTO!


U.S.Tolentino

 

FACILE-PEC-banner-UST-200x150

fatturazione-elettronica-echo-sistemi

tkssponsors

Condividi articoli
Ascolta la partita in Diretta
 
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito