logo-youtube  Facebook

Array
Home Page

Carloni - Strano Ex Cremisi

"AGGIORNAMENTO SU OPERAZIONI DI MERCATO"

Emanuele Strano
L'U.S. Tolentino 1919 comunica che, in totale armonia con il medesimo, è stato interrotto il rapporto con il difensore Davide Carloni (1996). Il sodalizio cremisi intende ringraziare Carloni per la correttezza del comportamento tenuto e per l'attaccamento alla maglia dimostrata in questa, sia pur breve, esperienza tolentinate.

carloniAl giovane difensore la dirigenza augura le migliori fortune sportive ed umane.

E' stato, inoltre, interrotto il rapporto con il mediano Emanuele Strano, vista la richiesta del medesimo di voler lasciare Tolentino.

Leggi tutto...

 

Federico Ruggeri ancora in CREMISI

Federico RuggeriL’U.S. Tolentino 1919 comunica di aver, in data odierna, tesserato il difensore Federico Ruggeri (classe 1984).

Come è noto, Ruggeri, rappresenta una bandiera cremisi avendo già disputato con il Tolentino ben cinque stagioni (dal 2012 al 2017). Torna in cremisi dopo la breve parentesi al Montegiorgio.

Sul fronte delle partenze si rappresenta che il centrocampista Francesco Romagnoli (1996), ritornato dal prestito all’Elfa, è stato trasferito – sempre con formula temporanea – all’Aurora Treia di mister Paolo Passarini.

Concesso, infine, il transfert per il passaggio all’Angelana al centrocampista Leonardo Lanzi (1996) nei confronti del quale l’intero sodalizio cremisi esprime profonda gratitudine per l’impegno profuso e la serietà dimostrata.

Leggi tutto...

 

Il nuovo mister Mosconi si presenta...

presentazione mosconiIl presidente Marco Romagnoli apre la conferenza con queste parole:

«Il mister è un professionista. Una persona che ha la nostra stima per il vissuto calcistico e da allenatore. Abbiamo preferito prendere una figura avulsa dall’ambiente Tolentinate perché portasse novità a tutti gli effetti che possa lavorare con la testa sgombra da pressioni esterne. Lo incontrai quando la Samb venne al Della Vittoria, mi colpì lo spirito di gruppo che aveva la squadra a campionato vinto. Era composta da giocatori importanti eppure giocavano l’uno per l’altro».

Prende la parole il neo Allenatore Cremisi Mosconi:

«Personalmente le tre partite in una settimana mi danno gusto, motivazioni in più per lavorare. Considero il Tolentino una grande piazza, al pari di Sambenedettese, Ravenna e Poggibonsi, le mie ultime esperienze. Il nostro obiettivo è quello di conquistare il cuore dei tifosi riportando gente allo stadio perché vedendo lo spirito bello, quello giusto di un gruppo di ragazzi che fa il massimo per il Tolentino sono sicuro che partita dopo partita ci riusciremo.

Per noi, me compreso, il Tolentino deve essere la Serie A. Tutti dobbiamo esserne consapevoli, altrimenti non si può far parte di questa famiglia – prosegue Mosconi -. Io sono per il calcio pulito che ormai purtroppo è raro trovarlo. Ho scelto il Tolentino perché è una società per bene, in ambito regionale non si trova un ambiente del genere. È una grossa occasione, si può far bene. Vogliamo alzare il nostro livello. Con i tre punti in più di domenica scorsa si lavora meglio, visto che noi dobbiamo recuperare terreno. Il campionato è equilibrato, anche se il livello è sceso rispetto al passato.presentazione moscini1

Noi però non possiamo guardare all’avversario ma solo a noi stessi, dobbiamo essere squadra vera. Deve essere un problema degli altri affrontare il Tolentino. Dobbiamo imporre il nostro gioco, fare la partita, difendere nella metà campo avversaria. Tatticamente vedremo, l’atteggiamento deve essere offensivo ed i ragazzi devono avere sempre la fame giusta di portare a casa il risultato è questo l’atteggiamento che a me piace. Un esempio ne è la partita di domenica, e quel viatico non deve essere perduto, deve essere questo il nostro dna».

 

 

FACILE-PEC-banner-UST-200x150

fatturazione-elettronica-echo-sistemi

tkssponsors

Condividi articoli
Ascolta la partita in Diretta
 
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Accetto i cookies da questo sito